I rumors c’erano già da diverso tempo, ma non si riusciva a capire se si trattasse più di una semplice speranza da parte dei fan, o di qualche indiscrezione sfuggita in anticipo. Fatto sta che, se era cosa piuttosto nota che Chiara Ferragni e Fedez cercassero un secondo bebè, adesso è arrivata l’ufficialità, ovviamente a mezzo social: i Ferragnez daranno un fratellino o una sorellina a Leone, il primogenito nato il 19 marzo 2018.

Visualizza questo post su Instagram

Our family is getting bigger 💖🙏🏻 Leo is going to become a big brother 😍

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni) in data:

La famiglia si allarga – scrive Chiara in inglese – Leo si prepara a diventare un fratello maggiore.

E dire che, nel 2016, all’imprenditrice digitale è stata diagnosticata la sindrome dell’ovaio policistico, e il medico che la visitò all’epoca, a Los Angeles, le disse che probabilmente non avrebbe potuto avere figli.

“Sarà difficile restare incinta”: cos’è l’ovaio policistico di cui soffre Chiara Ferragni
10

Nei giorni successivi all’annuncio, Chiara ha anche pubblicato il video del momento esatto in cui, a luglio, ha scoperto che sarebbe diventata una “mamma doppia”, come lei stessa si è definita.

Da sempre al centro di gossip e di critiche, spesso gratuite, Chiara durante la gravidanza di Leone si è trovata a subire le accuse di chi le rinfacciava la pancia troppo piatta o di aver recuperato il peso iniziale in pochissimo tempo. Quella è però la sua fisicità e va bene così, le donne non sono tutte uguali così come le gravidanze.

Con la speranza che non accada lo stesso con questa seconda cicogna in arrivo, non ci rimane che fare i migliori auguri alla mamma, al papà e al fratellino Leone, che siamo sicure non vedrà l’ora di diventare il “maggiore”.

Quindi, se non si ha nulla di intelligente da dire al riguardo, ci si può limitare a un semplice “congratulazioni”.

"La famiglia si allarga", il tenero annuncio di Chiara Ferragni e Fedez
Fonte: instagram @chiaraferragni
Foto 1 di 10
Ingrandisci

Articolo originale pubblicato il 1 Ottobre 2020