La nuova Sirenetta sarà nera: una buona o una cattiva idea? - Roba da Donne

Sembra proprio che la Disney ci abbia preso gusto: dopo averci fatto piangere (di nuovo) con Dumbo, innamorare con Aladdin, e in attesa di versare di nuovo fiumi di lacrime con Il Re Leone, o di rivivere la fiaba di Biancaneve, la storica casa cinematografica pare avere in cantiere un nuovo progetto di live action.

Biancaneve torna al cinema: arriva la versione in live action del classico

Questa volta si tratta nientemeno che della Sirenetta, cartoon targato 1989, che sarà interpretato da attori in carne e ossa.

Tratta dalla fiaba di Hans Christian Andersen, ma riadattata al pubblico infantile con un finale diverso e sicuramente meno cruento dell’originale, il cartone animato raccontava le vicende di Ariel, sirena figlia del re dei mari Tritone, che sognava di diventare umana e di poter camminare con le gambe al posto della coda. Sogno che diventa più forte soprattutto dopo il salvataggio del bellissimo principe Eric, caduto in mare dopo il naufragio della sua nave.

Per riuscire a far diventare realtà il proprio desiderio, Ariel accetterà di stringere un patto con la perfida strega Ursula, che le darà le gambe in cambio della sua splendida voce, la stessa che ha fatto innamorare all’istante proprio Eric.

Il resto del cartone è cosa nota, naturalmente, perché stiamo parlando di un vero e proprio classico.

Quel che ci incuriosisce è sapere chi si calerà nei panni dei protagonisti, anche se qualche nome è già stato ufficializzato… E, soprattutto, come riusciranno gli esperti di effetti speciali a trasformare attori e attrici in pesci, gabbiani e sirene.

Anche se, per ora, a tenere banco pare siano soprattutto le polemiche: quelle che hanno investito la Disney per la scelta della protagonista, Ariel, ricaduta sulla cantante Halle Bailey, che certo esteticamente non rispecchia la Sirenetta del cartone, essendo di pelle e capelli scuri.

La giovanissima popstar ha commentato entusiasta la scelta del regista Bob Marshall

Ma molti hanno sollevato una vera e propria rivolta popolare all’idea che la loro beniamina sia del tutto diversa dall’originale. Tanto che c’è chi ha indetto persino una petizione su Change.Org affinché la protagonista venga cambiata e ne sia arruolata una più somigliante alla versione cartoon.

La questione è che certamente è uno stravolgimento, per quanti di noi sono cresciuti vedendo Ariel con la pelle bianchissima e i capelli rosso fuoco, vederla trasformata in una bellissima ragazza di colore. E molti hanno protestato non per razzismo, ma perché desiderosi di vedere il live action di uno dei cartoni animati più amati di sempre, aspettavano con spasmodica curiosità di capire chi, nel mondo del cinema, potesse assomigliare all’amata Sirenetta.

Sicuramente, sarebbe mal digerita anche una Biancaneve bionda, per intenderci, o una Jasmine con gli occhi azzurri. Quindi il razzismo non c’entra nulla, a scanso di equivoci. Si tratta solo di immaginario collettivo.

Certamente c’è da capire, se mai sarà possibile, a quale scopo sia stata fatta questa scelta; se solo per “pulirsi la coscienza” rispettando il politically correct, o se, come ad esempio suggerito da Carolina Capria in un post, la volontà della Disney era quella di “svecchiare” la propria immagine, lasciando finalmente spazio a personaggi diversi e lontano dagli stereotipi.

Per farci un’opinione in merito, dovremo quindi attendere di vedere il risultato finale e capire se e come la Disney riuscirà a inserire il nuovo aspetto di Ariel in un contesto sensato. Operazione che, sinceramente, sarebbe stata molto più complicata con film come Mulan o Pocahontas, nei quali l’etnia della protagonista è funzionale alla trama. Con La Sirenetta invece, il colore della pelle di Ariel ha in realtà poca influenza sulla storia.

E per chi si appella a uno stravolgimento della favola stessa di Andersen, bisognerebbe far notare che lo stesso cartone animato della Disney ha applicato notevoli cambiamenti alla trama.

Polemiche a parte, quando potremo vedere il live action della Sirenetta? Sicuramente ci sarà da aspettare diverso tempo, dato che le riprese avranno inizio solo ad aprile del 2020. Chiaramente, vi terremo aggiornati sugli sviluppi, ma nel frattempo, per saperne di più, sfogliate la gallery.

La nuova Sirenetta sarà nera: una buona o una cattiva idea?
Fonte: web
Foto 1 di 9
Ingrandisci

Articolo originale pubblicato il 3 Luglio 2019