logo
Stai leggendo: Indossa 8 pantaloni e 10 maglie per evitare il bagaglio extra: arrestato

Indossa 8 pantaloni e 10 maglie per evitare il bagaglio extra: arrestato

Non volendo pagare alcuna tassa aggiuntiva per imbarcare il bagaglio sull'aereo, un ragazzo inglese si è presentato al gate indossando ben 8 paia di pantaloni e 10 magliette: arrestato, ha accusato la compagnia aerea di razzismo.
passeggero inglese

Sembra una storia da film e, invece, è successo davvero in Islanda dove un ragazzo inglese, Ryan Carney Williams, è stato arrestato dopo essere stato respinto all’aeroporto di Keflavik. Il motivo è presto detto: non volendo pagare alcuna tassa aggiuntiva per imbarcare il bagaglio sull’aereo, si è presentato al gate indossando ben 8 paia di pantaloni e 10 magliette. L’uomo, poi, ha pubblicato due video sul suo profilo Twitter in cui ha accusato la British Airways di razzismo. Una notizia che ha fatto il giro del mondo e che è stata riportata persino dal Daily Mail e dal Mirror.

“Nel momento in cui abbiamo detto al passeggero che non sarebbe potuto salire a bordo indossando otto paia di pantaloni e dieci magliette, ha cominciato a comportarsi in maniera sgarbata” ha fatto sapere la British Airways provando a dare una spiegazione di quanto accaduto. Si è trattato di una provocazione o l’uomo credeva davvero di poter salire sull’aereo indossando 10 maglie e 8 pantaloni?

“Abbiamo chiamato un addetto alla sicurezza perché non voleva allontanarsi” ha concluso la compagnia aerea britannica. L’uomo, tra l’altro, ha raccontato di essere stato arrestato (lui sostiene che sarebbe stato spruzzato del gas urticante e che sarebbe stato immobilizzato per terra dopo essersi rifiutato di lasciare l’aeroporto ma la sua versione resta tutta da verificare, ndr) e poi rilasciato il giorno seguente. E non è finita qui: in un secondo momento ha provato ad imbarcarsi su un altro volo, stavolta della EasyJet, ma anche in questo caso è stato respinto.

Alla fine è tornato a casa dopo due giorni utilizzando, però, una terza compagnia: la Norwegian Airline. Stavolta è andato tutto bene. La sua tesi, diversamente da quella fornita dalle due compagnie aeree, è quella che sarebbe stato discriminato a causa dei suoi rasta, dello smalto sulle unghie e degli abiti vistosi.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...