La figlia di Belen Rodriguez, Luna Marì Spinalbese, ha 5 mesi e a molti sembra inconcepibile che possa passare del tempo con il padre senza l’assistenza della madre. I commenti di odio hanno scatenato una reazione dura da parte della star, che ha deciso di far valere i suoi diritti di donna.

I commenti sono arrivati puntuali sotto alcuni post di Belen Rodriguez condivisi su Instagram. Foto che la ritraggono spensierata, mentre si gode la sua vacanza in Uruguay con l’amica Patrizia Griffini. Un modo per staccare dalla routine e dalla storia appena finita con Antonio Spinalbese: un viaggio sole donne che è costato una valanga di insulti alla neo mamma.

Nessuno che dice vai da tua figlia che ha appena 5 mesi e avrà bisogno di sua mamma“, si legge da parte di un utente. Un altro ha scritto: “La mamma dovrebbe essere vicino al bambino. La mamma è sempre la mamma“. Commenti carichi di quel moralismo perpetrato fino allo sfinimento, divulgato da una società abituata a giudicare le donne qualsiasi cosa facciano.

Una mamma non è solo una mamma, ma una donna libera di vivere la sua vita al meglio. Inoltre, la piccola Luna Marì Spinalbese si trova insieme al padre Antonino Spinalbese, che ha gli stessi diritti di prendersi cura di sua figlia.

Come il congedo di paternità cambia il cervello del padre

La risposta di Belen Rodriguez non è tardata ad arrivare. Di solito la showgirl e conduttrice passa oltre i commenti degli haters, ma stavolta non ha potuto girarsi dall’altra parte. Un commento, in particolare, ha innescato la dura reazione di Rodriguez: “Buonasera a te, ma dimmi il bambino appena nato dove sta?

La star ha prontamente risposto al commento scrivendo: “Invece il tuo cervello?

Il fatto che entrambi i figli di Belen Rodriguez, Santiago De Martino e Luna Marì Spinalbese, siano con i rispettivi padri mentre lei si concede del meritato tempo per se stessa non fa che rendere giustizia alla paternità dei due uomini, che hanno le stesse responsabilità e gli stessi doveri nei confronti dei figli, esattamente come le madri.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!