Irina Sanpiter è morta: addio alla Magda di Carlo Verdone

È morta a Roma Irina Sanpiter, l'attrice di ordine russa che aveva trovato la popolarità nel cinema italiano interpretando Magda la moglie di Furio in "Bianco, Rosso e Verdone": ecco il ricordo del regista e marito nel set Carlo Verdone.

Nata in Russia 60 anni fa, è morta a Roma Irina Sanpiter. Attrice teatrale che in Italia aveva trovato fortuna e popolarità nel cinema interpretando Magda la moglie esasperata del logorroico Furio Zòccano, logorroico avvocato romano residente a Torino, nel film Bianco Rosso e Verdone  diretto da Carlo Verdone nel 1981.

Irina Sanpiter si è spenta dopo molti anni di lotta contro la leucemia che l’aveva colpita a 27 anni e negli ultimi 8 mesi è stata ricoverata all’ospedale Umberto I della Capitale. Una carriera legata soprattutto al personaggio di Magda che l’attrice mal sopportava in quanto dopo quella performance non riuscì più a scrollarsi di dosso quel ruolo riuscendo ad ottenere solo ruoli minori. La malattia la costrinse a ritirarsi dalle scene nel anni ’90 ma rimarrà indelebile nella memoria di tutti la sua interpretazione e quel suo “Non ce la faccio più” disperato ripetuto come un mantra. La voce che tutti abbiamo memorizzato nel film non era la sua, per il suo forte accento russo, è stata doppiata dall’attrice italiana Solvejg D’Assunta.

Dopo il suo ritiro dalle scene Irina ha sposato il produttore musicale Toni Evangelisti si è dedicata alla musica organizzando concerti rock in tutto il mondo. Poco prima del 2000 un incontro con Giovanni Paolo II la porta ad avvicinarsi alla fede convertendosi, lei sempre stata atea, al cattolicesimo e organizzando per il Papa alcuni eventi rap durante il Giubileo del 2000.

Irina Sanpiter è morta: il ricordo di Carlo Verdone

Carlo Verdone attraverso la sua pagina Facebook ha voluto ricordare l’attrice Irina Sanpiter divenuta famosa al grande pubblico proprio nel film Bianco Rosso e Verdone interpretando Magda la moglie di Furio. Ecco cosa ha scritto il regista su Facebook.

Cari amici, proprio ora vengo a conoscenza della scomparsa di una mia brava ed affettuosa attrice: Irina Sanpiter, la Magda di Bianco, Rosso & Verdone. Sono molto triste,addolorato.
Ci vedevamo poco ma l’abbraccio, quando ci si incontrava, era sempre forte e pieno di dolce nostalgia.
Era russa, di Mosca: me la fece incontrare Sergio Leone in quanto era parente della moglie (moscovita) dello sceneggiatore Giorgio Arlorio. Fra tre opzioni scelsi subito lei per via di quegli occhioni dolci e malinconici che dovevano essere una caratteristica della mia Magda.
Non volle continuare per scelta la strada del cinema. Era rimasta appagata dal nostro film e si mise ad organizzare eventi e concerti musicali. Non sapevo fosse malata.L’ ultima volta la incontrai lo scorso anno all’Isola Tiberina durante la rassegna cinematografica estiva.
Di quel film non è rimasto quasi nessuno, e questo mi deprime terribilmente.
Ma il cinema, fortunatamente, ci ” ferma nel tempo”. Illudendoci di una certa immortalità su uno schermo.Magda sarà sempre nel mio cuore come una delle creazioni più riuscite: era sempre allegra,spiritosa, ironica.Grazie Irina per aver condiviso con me una bella commedia rimasta nel cuore di tanti spettatori.
Ti ricorderò per sempre cara, dolce amica.

Carlo Verdone

"Salviamo il piccolo Matteo": ha la leucemia e necessita del trapianto di midollo
La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!