logo
Stai leggendo: “Italiane, svegliatevi. Il lavoro c’è”: l’annuncio shock di un fast food

"Italiane, svegliatevi. Il lavoro c'è": l'annuncio shock di un fast food

"Italiane, svegliatevi! Il lavoro c'è, siete voi che non ci siete". Questo l'estratto di un annuncio shock pubblicato sulla pagina Facebook del fast food milanese Burgez, che ha letteralmente fatto infiammare il mondo dei social.

“Italiane, svegliatevi! Il lavoro c’è, siete voi che non ci siete”. Questo l’estratto di un annuncio shock pubblicato sulla pagina Facebook del fast food milanese Burgez, che ha letteralmente fatto infiammare il mondo dei social.

Come si può leggere dal post pubblicato dal locale, viene puntato il dito contro le ragazze italiane considerate – secondo l’annuncio – più attente alla propria vita personale che all’avere un lavoro. Per questo motivo, scrive Burgez, nei loro negozi è più facile trovare ragazze filippine. “Se ci chiedete perché la maggior parte delle cassiere sono ragazze filippine vi rispondiamo perché le italiane il sabato hanno il moroso, il mercoledì hanno la palestra, la domenica la stanchezza, ecc”.

L’annuncio – definito da alcuni geniale e da altri razzista e sessista (come spesso accade in questi casi) – riguardava appunto la ricerca di una cassiera, e in poche ore ha fatto il giro del web scatenando l’opinione pubblica e destando parecchia indignazione e ilarità al tempo stesso.

“Non è vero che non vogliamo le italiane, anzi – spiega Simone Ciaruffoli, fondatore di Burgez come riporta ilgazzettino.itne vorremmo di più in organico, ma è difficile trovarne: qualcuna viene al colloquio con la mamma, altre con il fidanzato. La palestra e la stanchezza sono solo alcune delle frasi sentite ai colloqui, che nessuna non italiana ci ha mai detto. Questo non è razzismo, ma la realtà, e allora mi chiedo: la gente ce l’ha con noi perché abbiamo detto una cosa non vera o perché abbiamo detto una cosa vera? È inutile difendere l’italianità a tutti i costi, meglio spronare i giovani, tanto che da ieri a oggi ci sono già arrivati 260 curricula”.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...