Marialuisa Jacobelli vittima di stalking: "Il suo persecutore la umiliava con gelosia maniacale"

Francesco Angelini, con cui la giornalista ha avuto una breve relazione, è stato condannato a 2 anni e 4 mesi. La gup, Angela Minerva ha commentato la sentenza del 21 dicembre 2022.

Francesco Angelini, 52 anni, è stato condannato a 2 anni e 4 mesi (con rito abbreviato), per stalking ai danni di Marialuisa Jacobelli, 31enne giornalista sportiva e conduttrice tv Mediaset. L’uomo si è reso “autore di reiterati atteggiamenti denigratori e minatori, espressivi di una volontà prevaricatrice, frutto di un’incapacità di autocontrollo con evidenza legata ad una gelosia maniacale e ad una pretesa di controllo costante del partner“, le parole con cui la gup Angela Minerva ha commentato la sentenza del 21 dicembre 2022.

Valeria Graci, le violenze e la denuncia per stalking: a processo l'ex marito

La denuncia di Jacobelli nei confronti di Angelini, con cui la conduttrice aveva avuto una relazione per un breve periodo di tempo, era arrivata a giugno del 2022 e, a fine mese, l’uomo era stato arrestato. La giornalista aveva denunciato il “clima di terrore” in cui lui l’avrebbe costretta a vivere: tra minacce, violenze fisiche e psicologiche.

Era il giorno del suo compleanno, quando Marialuisa Jacobelli aveva capito di dover interrompere il rapporto con Angelini. Lei aveva postato una foto su Instagram per celebrare la ricorrenza e lui l’aveva ricoperta d’insulti, come è stato messo a verbale nel corso delle indagini.

La donna ha vissuto infatti in “uno stato di costante ansia e paura” tale “da costringerla ad un’alterazione delle proprie abitudini di vita consistente nella necessità di un supporto“, “nell’evitamento della vita sociale e dei contesti pubblici, nel ridotto utilizzo dei social network“.

Sempre secondo la giudice, l’ansia e il turbamento “ingenerato nella Jacobelli hanno riguardato peraltro il timore, non solo per la propria incolumità, ma anche per quella dei propri congiunti, atteso che, come rilevato, anche la madre della stessa è stata frequente destinataria di insistenti e moleste telefonate“.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!