logo
Stai leggendo: Peppa Pig censurata in Cina: troppo sovversiva

Peppa Pig censurata in Cina: troppo sovversiva

Peppa Pig bandita in Cina. Da qualche giorno, infatti, la simpatica maialina rosa protagonista della serie animata britannica è stata censurata nel paese asiatico perché ritenuta sovversiva e capace di influenzare negativamente la società. 

Peppa Pig bandita in Cina. Da qualche giorno, infatti, la simpatica maialina rosa protagonista della serie animata britannica è stata censurata nel paese asiatico perché ritenuta sovversiva e capace di influenzare negativamente la società. 

La mannaia della censura è arrivata da Douyin, applicazione cinese per la condivisione video, che ha rimosso circa 30 mila clip con protagonista Peppa Pig, e anche lo stesso hashtag #PeppaPig è stato reso off-limits sul sito.

I motivi per cui tutti i contenuti con Peppa Pig sono stati rimossi sono i riferimenti di carattere sessuale e i continui meme e parodie associate alla maialina e ai personaggi del cartone animato per bambini in età prescolare.

Come fa sapere il Global Times, questi fenomeni social vengono ritenuti sovversivi e possono rivelarsi “ostili ai valori del Partito comunista cinese”, allontanando dunque i giovani dai valori fondanti del socialismo.

Da quando è arrivata in Cina, nel 2015, Peppa Pig si è rivelato un successo commerciale enorme, riuscendo a portare, solo lo scorso anno, ricavi pari a 7 miliardi di yuan (oltre 1 miliardo di dollari) grazie a numerosi gadget, giochi, vestiti e tantissimo altro a tema.

Il successo è però diventato in poco tempo un boomerang pericoloso, visto che la maialina rosa è diventata uno dei principali oggetti di parodie anche a sfondo sessuale.