Un 17enne è stato vittima di un pestaggio nella giornata di venerdì 22 luglio 2022 intorno alle ore a Milano nel piazzale situato davanti alla Stazione Centrale di Milano. Al momento dei fatti erano presenti diverse persone, alcune delle quali hanno poi soccorso il giovane, che è di origine magrebina, per poi chiamare il 118.

Uno dei presenti ha immortalato l’accaduto e lo ha diffuso sui social, dove nell’arco di poche ore è diventato virale.

Sulla base della ricostruzione effettuata dalla Polizia di Stato, intervenuta sul posto dopo essere stata chiamata dall’Esercito, il ragazzo è stato rapinato per poi essere insultato e preso a calci e pugni da uno sbandato che si trovava periodicamente nella zona. L’aggressore lo ha prima colpito di spalle, per poi dargli una serie di calci quando era ancora a terra e una bottigliata.

I medici del pronto soccorso che lo hanno visitato, dove è arrivato in codice verde, hanno ritenuto le ferite da lui riportate guaribili nell’arco di pochi giorni.

mil

Scontro a Milano: le due versioni - agli antipodi - di ragazzi e forze dell’ordine

La diffusione delle immagini ha scatenato l’indignazione di diversi utenti sul web, specialmente in un periodo come questo in cui si parla di una crescita dei reati a Milano (recentemente lo ha fatto anche Chiara Ferragni, entrata in polemica con il sindaco Beppe Sala.

Non è tardato ad arrivare il commento del Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, che ha invitato a compiere gesti tangibili per arginare il problema: “Allucinante! Non c’è più tempo da perdere: il ministro Lamorgese, con il sindaco e il Pd, rompano gli indugi. Stop ai tentennamenti: subito in campo, ma davvero in tempi rapidi, un forte contingente dell’esercito a supporto di carabinieri e polizia” – ha scritto sul suo profilo social.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!