Il principe Harry vuole di nuovo la scorta: teme per la sicurezza della famiglia

Il duca di Sussex non ha più la protezione della polizia quando si trova nel Regno Unito e sembra intenzionato ad avviare un’azione legale per poterla riottenere, in vista del viaggio che farà in patria insieme a Meghan Markle e i figli.

Il principe Harry è pronto a far causa al governo che gli ha negato le guardie del corpo della polizia quando è nel Regno Unito. Il duca di Sussex, infatti, vorrebbe portare i piccoli Archie e Lilibet in visita in patria, probabilmente per i festeggiamenti a giugno per il Giubileo di Platino, che segnano i settant’anni di regno di Elisabetta II. Tuttavia, Harry sostiene che lui e la sua famiglia – almeno al momento – “non possono tornare a casa” perchè troppo pericoloso.

Perché Harry e Meghan hanno scelto il nome Lilibet Diana per la loro bambina

E per risolvere la questione, si è rivolto direttamente all’Alta corte di Londra. Da quando Meghan Markle e il principe Harry hanno deciso di allontanarsi da corte, hanno infatti perso il diritto ad usufruire della scorta della polizia, di cui godono i reali in Inghilterra. Il nipote di Elisabetta II, paga già di tasca propria una squadra di sicurezza privata, ma per tornare in patria, ci sarebbe bisogno – secondo i legali del principe – di una protezione ulteriore, visto le “ben documentate minacce neonaziste ed estremiste” che hanno ricevuto.

Come riporta Pagesix, infatti, nel Regno Unito la squadra assunta dal principe non ha poteri e non può usufruire dell’intelligence e delle informazioni a disposizione della polizia. Ad esempio, non possono bloccare il traffico o fermare cittadini molesti. Per non pesare sui contribuenti, il principe sarebbe pronto a far fronte alle spese di tasca propria; tuttavia, sembra molto difficile che un singolo cittadino, seppur di sangue reale, possa pagare per ottenere in cambio un servizio pubblico.

La paura del principe Harry è quella di un possibile attacco alla sua famiglia. Come dichiarato dai suoi rappresentanti legali, il principe ha già vissuto un’esperienza che non l’ha fatto sentire al sicuro: durante la sua ultima visita nel Regno Unito nel luglio 2021 – in occasione dell’inaugurazione della statua dedicata a Lady D – fu inseguito dai paparazzi e temette per la propria incolumità. Ora non vuole che la stessa situazione si ripeta coinvolgendo la moglie e i figli.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!