logo
Stai leggendo: Usa: Omicidio in Diretta Tv. Il Killer Posta il Video sul Web e si Uccide

Usa: Omicidio in Diretta Tv. Il Killer Posta il Video sul Web e si Uccide

La giornalista televisiva Alison Parker e il cameraman Adam Ward sono stati uccisi in Virginia dall'afroamericano Vester Lee Flanagan, ex collega delle vittime. L'omicida ha postato il video sui social e ha spiegato le ragioni del proprio gesto: alla base ci sarebbero motivazioni razziali.
Fonte Urbanpost
Fonte Urbanpost

Uccisi in diretta tv, a sangue freddo. La giornalista televisiva Alison Parker, 24 anni, e il cameraman Adam Ward, 27 anni, infatti, sono stati assassinati mentre stavano conducendo un’intervista in diretta. Un uomo si è avvicinato a loro e gli ha sparato, colpendo anche Vicki Gardner, la direttrice della camera di commercio che era intervistata. Quest’ultima è stata ferita alla schiena e, dopo un intervento chirurgico, è in condizioni stabili. L’omicidio è accaduto negli Stati Uniti e più precisamente a Moneta, in Virginia.

Alison Parker e il cameraman Adam Ward erano inviati della tv WDBJ7, rete locale della Cbs. Il killer, identificato in Vester Lee Flanagan, 41 anni, era un collega scontento delle due vittime che in televisione si faceva chiamare Bryce Williams. Dopo aver effettuato gli spari, l’uomo ha postato sui social il filmato del delitto spiegando anche le motivazioni dell’atroce gesto.

Dalle prime ricostruzioni, il presunto movente sarebbe stato di natura razziale. Vester Lee Flanagan era un afroamericano che ha lavorato per un anno nella stessa emittente delle vittime, lamentando l’atteggiamento della giornalista. Subito dopo aver ucciso la reporter, infatti, l’uomo ha commentato sui social: “Alison ha fatto commenti razzisti. L’hanno assunta dopo questo?”. L’odio verso Ward, invece, sarebbe stato legato a motivi personali: stando a quanto riferito da Flanagan, infatti, il cameraman si sarebbe lamentato con la direzione del personale dopo aver lavorato con lui.

Il filmato dell’omicidio è inequivocabile: in primo piano si vede Alison Parker, ripresa da Ward, mentre sta intervistando Vicki Gardner al Bridgewater Plaza, centro commerciale di Moneta. Di colpo risuonano gli spari: la reporter si gira spaventata, urla, cerca di nascondersi, grida “Oh mio Dio” e poi la telecamera cade a terra, inquadrando per un attimo il volto dell’omicida. Un video terribile, messo in rete dallo stesso Flanagan che ha voluto divulgare la propria testimonianza della sparatoria prima di uccidersi, braccato dalla polizia.

Fonte: Uk.news.yahoo.com
Fonte: Uk.news.yahoo.com

Stando a quanto è trapelato, l’assassino avrebbe anche inviato all’emittente televisiva Abc un documento per spiegare altre motivazioni alla base del proprio gesto. Con la sparatoria, infatti, sembra che Flanagan volesse vendicare la strage avvenuta nella chiesa di Charleston il 17 giugno scorso, dove erano stati assassinati nove afroamericani. L’autore del carteggio scrive, inoltre, di aver sofferto di discriminazione razziale, molestie sessuali e di essere stato oggetto di bullismo sul lavoro. Queste le dichiarazioni dell’uomo presenti nel documento e divulgate in rete nelle scorse ore:

La strage della Chiesa di Charleston è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Perché ho fatto questo? Ho pagato la caparra per la pistola il 19 giugno. La sparatoria nella chiesa è avvenuta il 17 giugno. Sui miei proiettili ho inciso le iniziali delle vittime.

La polizia è subito intervenuta sul luogo dell’omicidio: isolata la zona di Moneta, sono state chiuse anche le scuole nella contea di Bedford e in quella di Franklin. Alle indagini hanno collaborato l’Fbi e l’Atf, l’agenzia federale Usa specializzata in crimini con armi da fuoco ed esplosivi. La caccia all’assassino si è conclusa in un paio d’ore: raggiunto dalla polizia sull’Interstate 66, Flanigan si è sparato un colpo di pistola alla testa ed è morto poche ore dopo.

Davanti a tutto questo il mondo intero è rimasto sgomento: emittenti televisive, giornalisti, personaggi famosi e gente comune hanno espresso il proprio cordoglio per le vittime. E anche Chris Hurst, anchorman di WDBJj7 e fidanzato di Alison Parker, ha voluto pubblicare un post su Facebook per testimoniare il proprio dolore:

Stavamo insieme da quasi 9 mesi. Non abbiamo mai voluto dirlo pubblicamente, ma eravamo molto innamorati e volevamo sposarci. Alison era la donna più radiosa che abbia mai incontrato.

Melissa Ottfidanzata di Adam Wardproducer della stessa televisione, invece, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione. La donna ha assistito in diretta all’omicidio, dal momento che stava guardando dalla stanza di controllo video la trasmissione. Triste ironia della sorte, per lei e Ward ieri sarebbe stato l’ultimo giorno di lavoro in Virginia: dalla prossima settimana, infatti, si sarebbero dovuti trasferire a Charlotte, in North Carolina, per lavorare in un’altra emittente televisiva.