Nel pomeriggio di sabato 27 novembre, Silvia Toffanin ha ospitato nel salotto di Verissimo Teresa Langella. La ex tronista di Uomini e Donne è stata protagonista di una lunga intervista, durante la quale è tornata a parlare delle molestie subite da un medico prima di entrare a far parte del dating show di Maria De Filippi. Non lo aveva mai rivelato a nessuno, nemmeno alla sua famiglia, e nell’ottobre 2021 aveva deciso di aprirsi con i suoi follower su Instagram. Ora la confessione nel talk show di Canale 5.

La speaker di Radio 105 ha raccontato a Silvia Toffanin la sua esperienza, che l’ha segnata profondamente:

“Con questo dottore ho fatto un primo intervento al seno e non è andato bene. Abbiamo deciso per una seconda operazione, mi fidavo di lui, ha la vita delle persone nella sua mani. Prima del secondo intervento ho fatto delle visite e li è accaduto tutto. Durante le visite c’era mia madre che mi accompagnava e il dottore con la scusa della privacy la allontanava. Non entro nel dettaglio, ma non si è comportato da medico. Le visite non si fermavano al seno, lui mi diceva che era dell’idea che al seno fossero collegate anche le ghiandole di altre parti del corpo. Io mi sono sentita in colpa, mi sono vergognata, soprattutto quando ho preso consapevolezza”.

Un episodio che ha raccontato senza trattenere le lacrime, tanto che la ragazza non è più riuscita a continuare a parlare. La conduttrice di Verissimo, quindi, ha fatto entrare in studio Andrea Dal Corso, fidanzato di Teresa, che le è stato accanto dopo la confessione delle molestie. Toffanin gli ha chiesto come avesse reagito alla notizia: “Mi sono arrabbiato, e nei giorni a seguire mi sono odiato per aver reagito in quel modo. Avrei dovuto solo ascoltare“.

Stefania Sandrelli e la violenza subita: "Era il ragazzo di una mia amica"

La ex tronista aveva deciso di parlare di quanto accaduto sui social dopo essere stata contattata dalla polizia ed essere stata chiamata a testimoniare contro il chirurgo che l’aveva molestata. Così ha capito di non essere stata la sua unica vittima, e ha colto l’occasione per condividere con i suoi 903mila follower la sua esperienza: un modo per far sentire la propria vicinanza alle vittime di violenza e per aiutare tutte quelle donne che troppo spesso non hanno il coraggio di reagire e denunciare.

“Nel cuore della notte ho deciso di abbracciare il mio dolore, ci vuole coraggio, ma spero che questo sia anche d’aiuto a tutte le donne che si trovano a non avere la forza di reagire, che si sentono in colpa e che provano vergogna ingiustificata. Ho vissuto nella convinzione di poter insabbiare il ricordo, che il tempo potesse cambiare le cose. Il tempo non ha cambiato nulla. La soluzione è stata gridare: “BASTA!” . Oggi in quell’ aula ho guardato dritto negli occhi il giudice e raccontare come mi sono sentita, mi ha resa libera. Un medico chirurgo mi ha molestata utilizzando il suo ruolo per approfittare di me. Ok, sono riuscita a dirlo e mi tremano le mani. Non sono l’unica a cui è capitato e purtroppo non sarò nemmeno l’ultima, ma da oggi, quell’enorme peso sul cuore, non c’è più. Mamma , papà, vi chiedo scusa se ho taciuto , chiedo scusa a me stessa per essermi sentita sbagliata, quando ad esserlo era qualcun altro”,

ha scritto su Instagram.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!