Victoria De Angelis e il doppio standard: "Tutte e tutti hanno i capezzoli"

La bassista dei Maneskin è stata criticata in America per il suo look troppo 'succinto', mentre quello di Damiano David è passato inosservato: "C'è questa differenza tra i corpi degli uomini e delle donne e il modo in cui sei percepito e sessualizzato tutto il tempo".

Mentre Facebook e Instagram stanno per togliere il divieto di pubblicare i capezzoli femminili sulle loro piattaforme (forse), Victoria De Angelis torna sull’argomento per ribadire quanto ancora sia lontano una visione asessuale di questa parte del corpo e quanta disparità ci sia tra uomini e donne al riguardo.

La bassista dei Maneskin è stata intervistata dal Guardian insieme alla band romana. Tanti gli argomenti trattati: dalle accuse di abuso di droghe da parte della Francia all’Eurovision Song Contest nel 2021, all’uscita del loro nuovo album (Rush), sino al loro abbigliamento, spesso molto ‘minimal’.

“L’Italia è un Paese molto conservatore e sono intimiditi dal fatto che qualcuno possa truccarsi o indossare tacchi alti o apparire seminudo o non essere etero. Ma fanc*lo loro”, ha tuonato Victoria De Angelis, parlando proprio delle critiche al loro stile, specie a quello  degli MTV VMA che ha fatto discutere anche in America.

I capezzoli di Victoria De Angelis sono, di nuovo, un problema per MTV

L’attenzione oltreoceano, come al solito, è caduta sul seno della giovane bassista, cosa che tra l’altro ha sempre mostrato molto serenamente: “Siamo troppo caldi per la televisione americana”, ha spiegato la 22enne:

È così stupido perché vogliono apparire così aperti (gli americani, ndr) e poi si spaventano per un paio di capezzoli. C’è questa differenza tra i corpi degli uomini e delle donne e il modo in cui sei percepito e sessualizzato tutto il tempo. Tutti hanno i capezzoli.

Anche Damiano David, front man della band, è d’accordo:Sono molto chiari i diversi standard che le persone hanno, perché io ero letteralmente nudo”. Ma si sa, i capezzoli di un uomo non fanno né notizia, né scandalo.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!