X Factor: chi è Jathson lə primə concorrente non binary nella storia del talent

Lo show targato Sky che riparte giovedì 16 settembre2021, ha abolito le categorie. L'artista ha ottenuto quattro sì dalla giuria durante le audizioni e sull'identità di genere ha le idee molto chiare.

Jathson, 20 anni, per metà kenianə e per metà italianə, è lə primə artista non-binary a partecipare a X Factor 2021. La nuova edizione italiana del talent show musicale di Sky Uno, ha infatti abolito le etichette di genere, ciò significa che i concorrenti non saranno più suddivisi tra uomini e donne, tra over e gruppi. I cinque giudici, Emma, Hell Raton, Mika e Manuel Agnelli, potranno quindi scegliere in piena libertà, seguendo esclusivamente il proprio gusto personale e la vibrazione del momento. Unica regola: nel proprio team dovranno avere almeno un solita e una band.

"Quella bandiera ficcatela nel cu*o": gli insulti inaccettabili a Emma Marrone

Questa quindicesima edizione di X Factor si preannuncia rivoluzionaria, e la versione italiana del format è la prima al mondo ad aver fatto la scelta di abbattere le categorie. Si parte giovedì 16 settembre 2021, in contemporanea su Sky Uno e in chiaro su TV8, e nella prima puntata si presenta anche lə concorrentə Jathson. Il suo è un nome d’arte e come si legge nel suo profilo Instagram ha scelto di adottare per se stessə i pronomi they/he, quello neutro e/o quello declinato al maschile.

Alle audizioni Jathson ha ottenuto quattro dalla giuria e ora non resta che seguirlə durante lo show. Musicistə e modellə ha passione anche il ballo e per la recitazione. Ha partecipato al videoclip del singolo Boca di Gaia Gozzi e Sean Paul, e ha recitato anche in We Are Who We Are, la miniserie queer diretta da Luca Guadagnino, in onda sempre su Sky. Sui social ha pubblicato a giugno un video in cui canta una cover di Take me to Church di Hozier.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da @jathson1

Per quanto riguarda il carattere dell’artista, pare agguerritə e molto attentз alle tematiche legate all’identità di genere. Come si evince dalla didascalia di un post che dice: “Fuck a gender bruh-, ma al prossimo “lei” I’m gonna strangolare qualcuno”.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!