Sarà successo a tutti, chi più chi meno, di pubblicare su Facebook o Instagram una foto di un momento felice vissuto in coppia, magari anche più di una. Fin qui tutto normale, ma quando si esagera e le foto postate diventano tante, moltissime, troppe, forse nella relazione c’è qualcosa che non va.

A dirlo è una ricerca dell’Albright College, in Pennsylvania, in cui si spiega che le coppie che intasano i social network con decine di scatti insieme e con relative frasi dolcissime, mediamente hanno un rapporto malsano e durano di meno di quelle che non lo fanno, o che lo fanno comunque raramente.

Lo studio americano ha rilevato che gli utenti social con un’autostima scarsa per quanto riguarda la loro relazione e loro stessi, pubblicano molto spesso foto e dettagli del loro rapporto sui loro profili.

Pulizia social: come cancellare vecchi post da Facebook, Instagram e Twitter

“La condivisione eccessiva sui media indica la necessità di cercare conferme dagli altri. Molte persone lo fanno inconsciamente, ma il desiderio di fondo è sempre quello di dimostrare qualcosa agli altri”, afferma la psicologa Seema Hingorrany, sulle pagine di Hindustan Time.

In questi casi la fiducia della persona è fortemente legata al suo stato relazionale: “È più probabile che sentano il bisogno di vantarsi della loro relazione o addirittura di monitorare il proprio partner online per mantenere alta la loro autostima. Spesso le persone condividono troppo per far sentire gli altri e se stessi più sicuri del loro legame”, chiarisce anche la dottoressa Kersi Chavda, psichiatra consulente, dell’Hinduja Healthcare Surgical.

I ricercatori dell’Albright College sottolineano che questo comportamento è legato a ciò che si chiama Relationship-Contingent Self Esteem, ossia rapporto di autostima contingente (RCSE). Una forma malsana di autostima, strettamente collegata a come sta andando la relazione di coppia.

Gwendolyn Seidman, assistente alla cattedra di psicologia alla Albright, ha spiegato che coloro che hanno un alto livello di RCSE sentono il bisogno di mostrare agli altri, al partner e a loro stessi che il loro rapporto va bene e, di conseguenza, che anche loro vanno bene.

Dopo aver intervistato più di 100 coppie, anche i ricercatori della Northwestern University di Chicago hanno scoperto che coloro che pubblicano più frequentemente i dettagli della loro love story sui social, in realtà esprimono insicurezza per la loro relazione.

Ma quindi per far funzionare la relazione bisogna smettere di pubblicare le foto di coppia? Gli esperti dicono di no e affermano che con moderazione non c’è nulla di male nel postare qualche scatto. Lo stesso studio, infatti, ha anche mostrato che le persone che sono più soddisfatte del loro rapporto amoroso condividono i momenti felici ma sono più impegnati a viverli nella realtà.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!