logo
Stai leggendo: Facebook Ora Riconosce le Foto dei tuoi Amici sul Cellulare e le Condivide

Facebook Ora Riconosce le Foto dei tuoi Amici sul Cellulare e le Condivide

"Moments" è in grado di accedere alle fotografie presenti negli smartphone e di sincronizzare la galleria con quella degli amici immortalati. Il tutto senza passare per Facebook.
Foto: Web
Foto: Web

Facebook ha lanciato Moments, la sua nuova app standalone (ovvero autonoma) messa a punto dal Facebook Creative Labs Division. Ma come funziona questa applicazione che permette di riconoscere le foto dei nostri amici presenti sugli smartphone e di condividerle solo (e direttamente) con loro?

È presto detto. Le foto e le immagini caricate su Moments riguardanti un determinato evento potranno essere viste e condivise solo dai contatti presenti a quell’evento. Grazie a questa innovativa applicazione, quindi, non è più necessario scattare decine e decine di fotografie con smartphone diversi. Basta un click e tutti i presenti possono trovare l’immagine nella propria galleria fotografica. Geniale o spaventosa? Di certo Moments è un’applicazione standalone innovativa, che funziona da sola e che permette di condividere gli scatti senza neanche dover aprire l’app di Facebook (come Messenger, Whatsapp e Instagram).

Questa app utilizza le tecnologie di intelligenza artificiale come la geolocalizzazione e il riconoscimento facciale di quanti dispongono di un account Facebook. Il suo funzionamento è automatico: Moments scansiona il rullino del telefono degli smartphone e comunica ai contatti presenti che sono stati immortalati nelle foto degli amici. Per fare questo utilizza come canale di comunicazione Messenger, un’app che presto verrà innovata per permettere agli utenti anche di giocare ed effettuare pagamenti. Attualmente gli scatti possono essere condivisi in tempo reale solamente con gli amici che hanno già scaricato l’app Moments sul proprio smartphone, ma agli altri viene inviata comunque una notifica via Messenger per invitare il download. Spiega la società di Mark Zuckerberg:

Abbiamo progettato l’app affinché le foto private e gli amici che vi vengano riconosciuti non siano salvate sui nostri server a meno che non si scelga di sincronizzarle con i propri contatti. L’obiettivo è quello di permettere agli utenti soluzioni sempre più innovative e che vadano ben oltre al semplice archivio di immagini.

Un aspetto molto importante per quel che concerne la privacy è che le foto caricate su Moments sono visibili solamente da chi è stato presente all’evento immortalato. Grazie a questa applicazione, dunque, si evita la condivisione con tutta la rete come avviene, invece, per le immagini caricate su Facebook. La sfida alle altre piattaforme di gestione delle fotografie è stata dunque lanciata. Google Foto, Dropbox, iCloud, Apple e Photo Stream da oggi si devono confrontare con questa applicazione rivoluzionaria. Flickr, ad esempio, per stare al passo con le continue innovazioni tecnologiche del mercato ha da poco presentato dei nuovi strumenti innovativi che permettono di caricare e organizzare in maniera ottimale il proprio archivio sul suo cloud.

Se questa applicazione vi sembra straordinaria, dovrete comunque attendere ancora un po’ prima di poterla sperimentare. Attualmente, infatti, Memories è disponibile solo negli Stati Uniti (sia per iOS che per Android), ma nei giorni scorsi Facebook ha già fatto sapere che presto verrà diffusa anche in altri Paesi. Per la diffusione in Europa, tuttavia, non è ancora prevista una data ufficiale perché le istituzioni del vecchio continente finora hanno rallentato lo sviluppo di applicazioni basate sul riconoscimento facciale ritenendolo lesivo della privacy dei cittadini. Non ci resta, quindi, che aspettare trepidanti o no?

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...