logo
Stai leggendo: Il mistero di Natalie Wood: si riapre il caso sulla morte della star di Gioventù Bruciata

Il mistero di Natalie Wood: si riapre il caso sulla morte della star di Gioventù Bruciata

Continua il mistero sulla morte dell’attrice Natalie Wood: il caso è stato riaperto e gli inquirenti hanno convocato l’ex marito Robert Wagner come “persona informata dei fatti”, ecco la ricostruzione della vicenda.
Il mistero di Natalie Wood: si riapre il caso sulla morte della star di Gioventù Bruciata

Natalie Wood è stata trovata morta nel novembre 1981 mentre il suo cadavere galleggiava nelle acque dell’isola di Catalina, a largo di Los Angeles. Dopo quasi 40 anni il mistero riguardante la sua morte non è ancora stato risolto e le indagini sono state chiuse e riaperte più volte dagli inquirenti americani che inizialmente avevano chiuso il caso archiviandolo come un incidente per poi ravvedersi nel 2011 e nel 2013, in quanto ,alcune informazioni e una nuova autopsia rilevò la presenza di lividi sulle braccia, collo e polsi dell’attrice che non potevano essere frutto di una morte per causa accidentale.

L’attrice di West Side Story e di Gioventù bruciata sembra non trovare pace infatti le nuove  indagini coinvolgono il marito, l’attore Robert Wagner. A rivelare l’informazione è stato John Corina, vice sceriffo della contea di Los Angeles, in un’intervista a 48 Hour trasmissione in onda sul canale Cbs, che dichiara: “Indaghiamo sul caso da sei anni, credo che sia una persona di interesse al momento. Sappiamo che era l’ultimo ad essere con Natalie prima che scomparisse”.

La morte della donna è avvenuta dopo una gita sul suo panfilo con Wagner, l’attore Christopher Walken e il capitano dell’imbarcazione. Secondo le anticipazioni della CBS, all’inizio Wagner, Walken e Davern, ossia i tre uomini a bordo, avevano detto che la donna, notoriamente terrorizzata dalle acque buie, era andata a largo da sola a bordo di un gommone. Negli anni, Wagner e Davern hanno invece cambiato versione, destando, quindi sospetti.

Il vice sceriffo è convinto che che l’ex marito non ha fornito dettagli che combaciano con la versione degli altri testimoni: “Credo che abbia cambiato un po’ la sua storia e la sua versione non quadra”. L’attore 87enne è considerato dagli inquirenti, che cercano di interrogarlo dal 2011 senza riuscirci, una “persona d’interesse”. Sembra proprio che il caso di Natalie Wood, la bellissima ragazze venuta dal niente del cinema americano, sia destinato a rimanere uno dei grandi misteri del cinema di Hollywood.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...