Come è solita fare, Kim Kardashian ha lasciato il red carpet del Met Gala 2022 a bocca aperta. Dopo il primo atto del settembre 2021 in cui era apparsa in Balenciaga, mascherata al fianco di Kanye West, nell’appuntamento di maggio ha indossato forse l’abito più importante della storia della moda.

Quello con cui, nel 1962 al Madison Square Garden, Marilyn Monroe aveva cantato Happy Birthday Mr. President, per i 45 anni di John Fitzgerald Kennedy (di cui era l’amante). Una scelta che non è passata di certo inosservata, così come le sue dichiarazioni problematiche, riguardo alla dieta che ha dovuto seguire per poter entrare nell’abito.

Basta pressioni sulle aspiranti mamme: perdere peso non migliora la fertilità

Kardashian ci ha tenuto a sottolineare al livestream di Vogue di aver perso più di sette chili in sole tre settimane per prepararsi all’evento e poter entrare nell’abito dell’attrice di A qualcuno piace caldo. 

Kim Kardashian ha rivelato:

“L’ho provato e non mi andava bene. Ma ero convinta, e ho detto: ‘Datemi tre settimane’. Ho dovuto perdere 16 libbre (cioè circa 7,2 chili)  prima di oggi. È stata una grande sfida. Era come se mi stessi preparando per il ruolo di film. Ero determinata a entrare nell’abito”. 

Già per il Met Gala 2017, l’influencer e imprenditrice aveva rilasciato delle affermazioni controverse sulla perdita di peso, questa volta su Twitter. La 41enne aveva ironizzato sul fatto di aver preso l’influenza appena prima della festa annuale che inaugura la mostra stagionale del Costume Institut. “L’influenza può essere una dieta straordinaria. Sono così felice che sia arrivato in tempo per il Met“, aveva scritto Kardashian in un tweet, aggiungendo di aver perso 6 libbre (2, 7 kg). L’influenza però è una malattia, non un metodo dimagrante, di cui la protagonista dei reality si avvale spesso per mantenersi in forma. Come quando nel 2016, post gravidanza, ha seguito una lunga dieta.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!