logo
Stai leggendo: La poliziotta allatta il figlio di una detenuta, il gesto le vale una promozione

La poliziotta allatta il figlio di una detenuta, il gesto le vale una promozione

La madre era appena stata arrestata e il piccolo era malnutrito così la poliziotta argentina Celeste Ayala lo ha allattato.

Celeste Ayala è una neo mamma e poliziotta di Buenos Aires che durante il suo lavoro aveva arrestato una donna con sei bambini al seguito. I sei piccoli erano stati tolti alla mamma detenuta e portati in ospedale poiché sporchi e malnutriti. Proprio nei corridoi dell’ospedale pediatrico è avvenuto il gesto d’amore e il più naturale dei gesti per una donna e mamma: allattare.

Il più piccolo dei figli della detenuta, appena 6 mesi, in ospedale continuava a piangere perché affamato, così Celeste si è seduta su una sedia del corridoio e gli ha avvicinato il seno. Il collega Marcus ha fatto una foto a Celeste e l’ha condivisa nei social scrivendo:

Humanity! #CelesteAyala

Un post condiviso da LOLA (@glaudinilola) in data:

Voglio rendere pubblico questo grande gesto d’amore che hai fatto oggi con quel bambino. Senza conoscerlo non hai esitato e per un attimo hai agito come se fossi sua madre, senza curarti della sporcizia e dell’odore come facevano invece i professionisti dell’ospedale. Cose del genere non si vedono tutti i giorni.

La foto dell’agente che nutre la piccola ha fatto il giro del mondo e la sua storia è stata condivisa in migliaia di profili e ripresa dai principali giornali. Intervistata dai media locali la poliziotta ha dichiarato: “Ho notato che era affamato, si stava mettendo la mano in bocca, quindi ho chiesto di poterlo abbracciare e allattarlo al seno. Mi ha spezzato l’anima vederlo così”

Per il suo gesto è stata immediatamente promossa sergente come ha annunciato su Twitter il capo della polizia argentina Cristian Ritondo dove ha scritto:

Oggi ho ricevuto Celeste, l’agente che ha allattato un bambino all’ospedale pediatrico La Plata per notificarle la sua promozione. Volevo ringraziarla di persona per quel gesto d’amore spontaneo che è riuscito a calmare il pianto del piccolo. Questa è la polizia di cui siamo fieri, la polizia che vogliamo.

Un gesto d’amore che le è valso una promozione.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 6 voti.
Attendere prego...