logo
Stai leggendo: Facebook lancia Snooze che permette di silenziare gli amici fastidiosi

Facebook lancia Snooze che permette di silenziare gli amici fastidiosi

Facebook lancerà a breve Snooze: ecco come funziona la funzione che permette di silenziare gli amici nel social di Zuckemberg.
Facebook lancia Snooze che permette di silenziare gli amici fastidiosi

Da qualche giorno è disponibile un nuovo aggiornamento di Facebook che introduce “Snooze”: una funzione che crea la possibilità di “silenziare” pagine e contatti per un certo periodo di tempo proprio come si fa per le chat su WhatsApp e Messenger. La funzione “metti in pausa per 30 giorni” si attiva dal menu a discesa in alto a destra di ogni post sia per i profili che per le pagine.

Si potrà far fare un sonnellino (snooze) metaforico a tutte quelle persone o pagine su cui, per un periodo di tempo, abbiamo il piacere di non essere aggiornati.  L’opzione, spiega Facebook in un post nel suo blog ufficiale, permetterà di smettere di seguire un contatto, una pagina o un gruppo per un periodo di 30 giorni dopo di che il social invierà una notifica per risvegliare l’amico dal sonnellino oppure per rinnovare il silenzio per altri 30 giorni.

Facebook per presentare il nuovo servizio ha deciso di lanciare un video esplicativo molto divertente che vede come protagonista un ragazzo che continuamente posta foto con il suo gatto, tutti ne abbiamo uno tra gli amici, e di come questo si possa nascondere per qualche tempo.

Lo “Snooze” precede la possibilità di non seguire più un contatto, pur restandone “amico”, o di eliminarlo definitivamente. La volontà di Facebook è quella di mantenere dense e attive le connessioni tra gli utenti di Facebook in maniera tale da poter creare pubblici sempre più profilati per le inserzioni pubblicitarie.

Shruthi Muraleedharan, Product Manager di Facebook, annuncia che: “Con l’evolversi della News Feed, cerchiamo di fornire strumenti facili da usare per offrire l’esperienza più personalizzata possibile ogni volta che si entra in Facebook.”

Se la funzione non è ancora presente nel vostro dispositivo basterà aggiornare l’applicazione per attivarla e verrà comunque rilasciata per tutti i device entro la fine del 2017.