logo
Stai leggendo: Prete picchia i bimbi a catechismo perché fanno troppo chiasso

Prete picchia i bimbi a catechismo perché fanno troppo chiasso

Pugno duro contro il prete che, dopo aver schiaffeggiato alcuni bambini, ha chiesto scusa: d'ora in poi non avrà nulla a che fare coi minori, probabilmente terrorizzati dal suo gesto.
prete

È accusato di lesioni un sacerdote di Roma che, secondo l’accusa, avrebbe schiaffeggiato alcuni bambini durante l’ora di catechismo poiché “facevano troppo chiasso”. I fatti risalgono a mercoledì pomeriggio nella chiesa di Santa Maria Regina di Martiri a Dragona, a Roma Sud, dove i bambini si erano recati per il catechismo, come scrive l’agenzia di stampa Ansa.it. Adesso i minori stanno bene e sono stati fatti visitare in ospedale.

Una vicenda spiacevole che ha visto l’immediato interessamento di don Leonardo Bartolomucci, parroco della chiesa di Santa Maria Regina di Martiri a Dragona, dove è accaduto il fatto, che su Facebook ha chiesto scusa: “Mi dispiace enormemente per quanto accaduto con don Angelo. Il fatto non potrà ripetersi. Lui è rammaricato e si è ritirato, conscio di doversi probabilmente curare” ha scritto.

Poi don Leonardo ha precisato che il prete ha “chiesto perdono ai bambini delle comunioni e al loro catechista verso i quali ha alzato le mani”. Non è chiaro, dunque, cosa abbia spinto don Angelo ad avere una reazione così violenta; non è dato a sapersi se soffre di qualche malattia da cui adesso, come scrive don Leonardo, “dovrà probabilmente curarsi”.

Don Angelo, comunque, ha “accettato di essere immediatamente rimosso dall’incarico e sospeso dalla pastorale”. Pugno duro, dunque, contro il prete violento che ha capito la gravità del suo gesto, ha chiesto scusa, ha fatto un passo indietro e d’ora in poi non avrà nulla a che fare coi bimbi, probabilmente terrorizzati dal suo gesto, dal fatto che li abbia picchiati solo perché facevano chiasso.

Gli agenti del commissariato di Ostia sono intervenuti a seguito della segnalazione dei genitori dei bambini, che hanno tra i 10 e gli 11 anni, i quali hanno raccontato loro quanto accaduto a catechismo. Alcuni dei minori sono stati fatti refertare in ospedale. Stanno bene, il peggio è passato.