logo
Stai leggendo: Sanremo 2018: Malgioglio chiede un premio alla carriera per Milva

Sanremo 2018: Malgioglio chiede un premio alla carriera per Milva

Cristiano Malgioglio lancia un’appello perché durante il Festival di Sanremo 2018 venga consegnato un premio alla carriera a Milva.

Cristiano Malgioglio durante un’intervista a La Vita in Diretta lancia un’appello perché venga consegnato un premio speciale alla carriera a Milva durante il prossimo Festival di Sanremo 2018. Il paroliere ed ex concorrente del Grande Fratello Vip ha voluto sottolineare l’importanza di questo premio per la pantera di Goro sottolineando la caratura internazionale di Milva:

“Voglio rivolgere un appello alla direzione generale, al direttore di Rai1 Teodoli e naturalmente a Baglioni: dare un premio speciale a Milva, una donna che ha avuto la fortuna di portare la canzone italiana nel mondo, ha lavorato con i più grandi, da Morricone a Theodorakis, si è esibita nei teatri più importanti del mondo. Ed è la donna che ha fatto in assoluto più festival di tutte. Sappiamo che si è ritirata per problemi di salute. Vado io a ritirare il premio, o la figlia Martina”.

Subito dopo quest’appello di Malgioglio nei social è iniziata una campagna affinché la direzione artistica del festival presieduta da Claudio Baglioni prenda in considerazione l’idea di assegnare questa menzione speciale a Milva che ha partecipato per ben 15 volte al Festival della Canzone Italiana.  Non è dato sapere se, qualora il premio fosse assegnato, Milva si presenterebbe all’Ariston in quanto ha abbandonato le scene anni fa per motivi di salute e l’ultima apparizione televisiva è del 2010 in un’intervista a l’Arena di Massimo Giletti.

All’agenzia Adnkronos Cristiano Malgioglio racconta di aver ricevuto la telefonata commossa di Milva dopo l’intervista a La Vita in Diretta: “Ieri sera, subito dopo ‘La vita in diretta’, Milva mi ha chiamato al telefono e con un filo di voce mi ha detto: ‘Cristiano, grazie’. Mi sono profondamente commosso. (…) E’ una donna che canta in nove lingue e ha trionfato in quasi tutti i Paesi del mondo, vendendo i suoi dischi dalla Francia al Giappone, dalla Corea al Sudamerica, oltre che in Germania, dove ha partecipato a diversi programmi televisivi ed è tutt’ora considerata una grande star.” 

La ‘Pantera di Goro‘ (soprannominata così negli anni ’60 accanto a Mina la ‘Tigre di Cremona’ e Iva Zanicchi ‘L’Aquila di Ligonchio’) è l’unica artista italiana ad avere ben quattro onorificenze riconosciute da Italia, Francia, Germania: Ufficiale dell’Ordre des arts et des lettres (Parigi, 1995); Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania (Berlino, 2006); Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Roma, 2 giugno 2007); Cavaliere della Legion d’Onore della Repubblica Francese (Parigi, 2009).

Un premio che renderebbe onore a una delle artiste che hanno portato la musica italiana nel mondo.