logo
Stai leggendo: “Adotta un apostolo” per salvare “L’ultima cena” di Plautilla Nelli

"Adotta un apostolo" per salvare "L'ultima cena" di Plautilla Nelli

L'obiettivo è trovare fondi per restaurarlo: per adottare gli apostolo basterà donare 10mila dollari ciascuno, il costo più alto è per Gesù quotato a 25mila.
L'ultima cena di Plautilla Nelli

Mobilitarsi per salvare l’arte. Questo è l’obiettivo dell’iniziativa portata avanti da Awa, organizzazione senza scopo di lucro con sede negli States composta soltanto da donne, che da dieci anni lavora nel capoluogo toscano per recuperare opere rovinate. In altre parole, gli apostoli sono alla ricerca di “genitori”, di benefattori che vogliano “salvarli”. In questo caso stiamo parlando deL’ultima cena” di suor Plautilla Nelli, nota pittrice fiorentina attiva nel XVI secolo, che decise di dedicarsi a un’opera in cui raffigura la scena del Messia durante il banchetto coi dodici apostoli.

Si tratta di un quadro di sette metri che, se venisse lasciato così, rischierebbe di rovinarsi per sempre. “Orate pro pictora”, ovvero “Pregate per la pittrice” è il messaggio che Plautilla Nelli ha voluto lasciare per tutti coloro che avrebbero visto e apprezzato il quadro ma mai avrebbe immaginato che avrebbe fatto questa fine. Il dipinto, infatti, conservato a Firenze nel refettorio di Santa Maria Novella, risulta essere gravemente deteriorato: per questo motivo Awa si è fatta avanti e sta cercando qualcuno disposto ad “adottare un discepolo”, questo il nome dell’iniziativa. L’obiettivo è trovare fondi per restaurarlo: per adottare un apostolo, numeri alla mano, basterà donare 10mila dollari ciascuno, il costo più alto è per Gesù quotato a 25mila. Una campagna che ha già avuto un grande successo al punto che al momento soltanto i tre apostoli Tommaso, Simone e Filippo sono in cerca di “genitori”. Gli altri hanno già trovato sistemazione.

“Mi auguro che tutti gli apostoli possano essere presto ‘adottati’ e il restauro di questo dipinto possa concludersi velocemente. Mi appello alla generosità dei fiorentini, perché anche loro, oltre ai tanti stranieri, possano contribuire a ridare piena vita all’Ultima Cena. Plautilla Nelli è stata la più importante pittrice rinascimentale fiorentina e la sua città le renderà omaggio esponendo quest’opera negli spazi del complesso di Santa Maria Novella” è il commento del sindaco di Firenze Dario Nardella.