logo
Stai leggendo: Festival di Berlino 2018: Orso d’Oro a Touch me not, tutti i vincitori

Festival di Berlino 2018: Orso d'Oro a Touch me not, tutti i vincitori

Un'edizione nel segno soprattutto delle donne, ma anche dell'impegno politico quella del Festival di Berlino 2018: vince a Touch me not, ecco tutti i premi assegnati durante la Berlinale.
Festival di Berlino 2018: Orso d'Oro a Touch me not, tutti i vincitori

L’Orso d’oro della 68ª edizione del Festival di Berlino è andato al film Touch Me Not della regista romena Adina Pintilie; mentre il regista Marcello Martinessi ha ricevuto l’Orso d’argento Alfred Bauer Las Herederas, pellicola che vale anche l’Orso d’argento per la miglior attrice ad Ana Brun che dedica il premio “a tutte le donne del Paraguay, vere guerriere”.

Il premio per il miglior attore a Anthony Bajon per La Priere di Cedric Kahn (Gli uomini di Dio). Nessun premio per l’Italia: nel concorso principale figurava Figlia Mia di Laura Bispuri, niente da fare nemmeno per La terra dell’abbastanza dei gemelli D’Innocenzo.

Touch me not di Adina Pintilie  racconta il viaggio emozionale di Laura, Tomas e Christian. Desiderosi di intimità ma allo stesso tempo ancora terrorizzati da essa a causa di una vecchia molestia, i tre lottano per superare i loro vecchi schemi, meccanismi di difesa e tabù ed essere finalmente liberi. Il racconto è costruito sul confine fluido tra realtà e finzione. La regista confessa: “A 20 anni pensavo di sapere tutto. Ma crescendo, dai 20 ai 40, questa convinzione è venuta meno: ho realizzato di non sapere nulla”.

The Heiresses (Las Herederas) di Marcelo Martinessi ci porta nell’attuale Paraguay. La situazione economica di due donne, insieme da più di 30 anni ed entrambe ereditiere di buona famiglia, sta peggiorando: Chiquita viene mandata in carcere per debiti, e Chela comincia a gestire un servizio di taxi locale.

Esce invece senza Orso d’oro ma con quello d’argento la miglior regia è andato invece a Wes Anderson per L’isola dei cani che molti davano alla vigilia per favorito di quest’edizione.

Unica presenza italiana è il supporto del TorinoFilmLab per lo sviluppo di Touch Me Not  e  Las Herederas nei workshop di sceneggiatura. Un’edizione nel segno soprattutto delle donne con il titolo del film vincitore che ricorda molto il manifesto di #Metoo, ma anche dell’impegno politico, come è tradizione della Berlinale.

Festival di Berlino 2018: tutti i vincitori

Orso d’oro per il miglior film

Touch Me Not di Adina Pintilie

Gran premio della Giuria

Twarz di Małgorzata Szumowska

Orso d’argento per il miglior regista

Wes Anderson per L’isola dei cani

Orso d’argento per la migliore attrice

Ana Brun per Las herederas di Marcelo Martinessi

Orso d’argento per il miglior attore

Anthony Bajon per La prière di Cédric Kahn

Orso d’argento per la migliore sceneggiatura

Manuel Alcalá e Alonso Ruizpalacios per Museo di Alonso Ruizpalacios

Orso d’argento per il miglior contributo artistico

Elena Okopnaya per i costumi e la scenografia di Dovlatov

Premio Alfred Bauer

Las herederas di Marcelo Martinessi

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...