Instagram introduce i pronomi in bio per esprimere la propria identità di genere

Novità da Instagram: il social ha introdotto la possibilità di esprimere i pronomi che più ci rappresentano in bio (fino a un massimo di 4), per rispettare l'espressione e l'identità di genere di tutt*.

Seppur lentamente, e talvolta con qualche inciampo, il mondo dei social media si sta facendo via via più inclusivo; ma non parliamo di contenuti, dato che già da tempo le varie piattaforme sono usate da attivist* e persone comuni per sensibilizzare o educare rispetto ad argomenti di vario genere, soprattutto inerenti le comunità che più spesso subiscono discriminazioni. Questa volta è il social stesso che cambia, aprendo la possibilità, per chiunque, di riconoscersi secondo il pronome (o i pronomi) che più lo rispecchiano.

Instagram ha appena inaugurato questa novità, che dà l’opportunità di inserire, sul proprio profilo e quindi nella bio, i pronomi in cui ci riconosciamo.

A partire da oggi, stiamo dando alle persone più modi per esprimersi su Instagram – si legge nel post pubblicato da Creators – ora, puoi aggiungere i tuoi pronomi al tuo profilo. Puoi aggiungere fino a quattro pronomi, e puoi modificarli o rimuoverli in qualsiasi momento. Inoltre, puoi scegliere di mostrare i pronomi solo alle persone che ti seguono!

In sostanza, sarà sufficiente aprire la pagina del proprio profilo, cliccare su “Modifica”, poi sulla sezione “Pronomi” e aggiungere i pronomi che ci rappresentano, fino a un massimo di quattro.
Perché la scelta di Instagram è importante? Sicuramente per garantire riconoscibilità alle persone transgender, ad esempio, ma non solo, come spiega l’atleta Schuyler Bailar, su Instagram @pinkmantaray, che assieme ad altri attivist* ha provato la nuova funzione: inserire il o i pronomi che ci rappresentano in modo “ufficiale” permette di normalizzare il fatto che l’espressione di genere sia diversa dall’identità di genere, e anche di destigmatizzarne l’uso in generale, così da non renderla più una prerogativa “esclusiva” delle persone transgender, a cui spesso viene quasi richiesto di identificarsi con un genere.

Studi di genere: perché è importante capire la differenza tra sesso e genere

Purtroppo, come ha spiegato anche il nostro contributor Elia Bonci in un post sull’argomento, dovremo aspettare il prossimo aggiornamento per vedere aggiunta questa funzione anche sui profili Instagram italiani.

Stiamo facendo grandi passi avanti e finalmente Instagram ha inserito una funzione che permette di aggiungere i propri pronomi alla biografia sul profilo! – scrive Elia – Certo, questa non sarà la rivoluzione del secolo, ma sicuramente è un grande passo avanti che aiuterà a normalizzare l’uso dei pronomi e a rendere la piattaforma più sicura e inclusiva.

La notizia ufficiale è stata lanciata dal profilo @creators di Instagram, in cui troverete alcuni profili di attivist* e non che hanno provato la funzione! Purtroppo, nonostante sia una notizia fantastica, questa funzione ancora non è attiva per i profili italiani.
Dobbiamo aspettare il prossimo aggiornamento!

Certo, caro @instagram – aggiunge – non ci siamo mica dimenticati delle tue stupide censure, di tutti i ban immotivati e di tutto quello che non va sulla piattaforma. Speriamo però che questa applicazione possa diventare il più inclusiva possibile.

Come detto, il percorso verso un social più inclusivo è tutt’altro che concluso, ma certamente questi sono piccoli passi necessari per sperare di affrontare il discorso di espressione e identità di genere in un modo assolutamente privo di pregiudizi, che non stigmatizzi più una certa parte di persone e aiuti a comprendere quanto sia importante rispettare le volontà altrui, espresse anche attraverso i pronomi con cui si vuole esser chiamat*.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!
  • Desperate Geeks