logo
Stai leggendo: Proroga nel maxi concorso Miur aperto a tutti i laureati

Proroga nel maxi concorso Miur aperto a tutti i laureati

Il Ministero dell’istruzione, università e ricerca (MIUR) ha indetto un concorso pubblico per 253 posti di funzionario amministrativo-giuridico-contabile: ecco i requisiti per accedere e come presentare la domanda.
Proroga nel maxi concorso Miur aperto a tutti i laureati

C’è tempo fino al prossimo 11 maggio per presentare la domanda al maxi concorso indetto dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per la ricerca di 253 funzionari. Il concorso è aperto a tutti i laureati, infatti la per poter partecipare è necessario possedere il diploma di laurea “laurea triennale” (DL), o la laurea specialistica (LS), o ancora, la laurea magistrale (LM). Le domande devono essere inviate al tramite il portale del Miur previa registrazione, entro le ore 12:00 del 11 maggio  2018, solo ed esclusivamente per via telematica. Il concorso è aperto a tutti i laureati senza limiti d’età e propone un contratto a tempo indeterminato presso la pubblica amministrazione.

Per quanto riguarda il bando per Funzionari Amministrativi – Giuridici – Contabili, i 253 inserimenti saranno così articolati, in base alle sedi di riferimento:

  • n. 50 – Amministrazione Centrale (Roma);
  • n. 7 – Abruzzo;
  • n. 4 – Basilicata;
  • n. 8 – Calabria;
  • n. 19 – Campania;
  • n. 10 – Emilia Romagna;
  • n. 5 – Friuli Venezia Giulia;
  • n. 9 – Liguria;
  • n. 12 – Lazio,
  • n. 30 – Lombardia;
  • n. 7 – Marche;
  • n. 4 – Molise;
  • n. 16 – Piemonte;
  • n. 15 – Puglia;
  • n. 9 – Sardegna;
  • n. 17 – Sicilia;
  • n. 12 – Toscana;
  • n. 5 – Umbria;
  • n. 14 – Veneto.

Le figure individuate dovranno occuparsi di rendere più snella la scuola italiana prendendosi carico di parte delle incombenze burocratiche e amministrative a carico scuole e per svolgere attività che richiedono competenze tecniche specialistiche che non si trovano facilmente all’interno delle istituzioni scolastiche, ad esempio per gestire il contenzioso. I vincitori del concorso quindi saranno tutti impegnati dal Miur presso l’Amministrazione centrale e le sedi periferiche. 

L’assunzione di questi nuovi lavoratori dello Stato è prevista dalla legge di Bilancio 2018-2020 che  ha portato con sé diverse novità, tra cui nuove opportunità di lavoro.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...