logo
Stai leggendo: Tornano i CinemaDays: da aprile si va al cinema a 3 euro

Tornano i CinemaDays: da aprile si va al cinema a 3 euro

Il primo Cinemadays 2018 si svolgerà dal 9 al 12 aprile, tra poco meno di un mese: gli altri periodi in cui si potrà andare al cinema pagando appena 3 euro saranno dal 9 al 15 luglio e dal 24 al 27 settembre.

A grande richiesta tornano i CinemaDays, ovvero le giornate in cui sarà possibile recarsi nelle sale cinematografiche pagando solo 3 euro. L’obiettivo è quello di avvicinare grandi e piccini al cinema, dunque alla cultura. Un’iniziativa che è stata già sperimentata in passato e che ha dato sempre grandi soddisfazioni, con risultati al di sopra delle più rosee aspettative. A invogliare gli italiani è il costo del biglietto: 3 euro anziché i classici 6, 7 o 8 euro che si pagano solitamente e che scoraggiano, di fatto, soprattutto le famiglie.

Nel dettaglio, il primo Cinemadays 2018 si svolgerà dal 9 al 12 aprile, tra poco meno di un mese. Gli altri periodi in cui si potrà andare al cinema pagando appena 3 euro saranno dal 9 al 15 luglio e dal 24 al 27 settembre, come si legge sul sito del Ministero. Queste le date scelte fino ad ora con un ingresso al cinema, a biglietto ridotto, soltanto nelle sale italiane aderenti. Ma c’è di più: prevista anche una settimana intera, dal 9 al 15 agosto 2018, in cui nelle sale cinematografiche si terranno proiezioni di anteprime della nuova stagione cinematografica.

Queste le parole del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini:

Il mondo del cinema è unito e presenta oggi una nuova promozione per aumentare il numero degli spettatori nelle sale cinematografiche, anche nei mesi estivi. 15 giorni di cinema a 3euro e una intera settimana ad agosto dedicata alle anteprime. Sono sicuro che anche questa promozione riscontrerà grande successo soprattutto tra le famiglie e i più giovani.

Per il presidente di Anica Francesco Rutelli:

Il cinema nelle sale deve crescere al di fuori della stagione invernale. Questa promozione dimostra la volontà dell’industria di accogliere il pubblico con un’offerta nuova, di buona qualità, e a condizioni invitanti. Prosegue la collaborazione con il Ministero, che ha voluto la riforma di sistema: autori, produttori e distributori dovranno corrispondere presentando un prodotto sempre migliore.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...